WWW.IUCN.ORG
ministero_ambiente
federparchi

Antipathella subpinnata


Non ApplicabileCarente di DatiLCQuasi MinacciataVulnerabileIn PericoloIn Pericolo CriticoEstinta nella RegioneEstinta in Ambiente SelvaticoEstinta

Tassonomia

RegnoPhylumClasseOrdineFamiglia
ANIMALIACNIDARIAANTHOZOAANTIPATHARIAMYRIOPATHIDAE

Nome scientificoAntipathella subpinnata
DescrittoreEllis & Solander, 1786

Informazioni sulla valutazione

Categoria e criteri
della Lista Rossa
Minor Preoccupazione (LC)
Anno di pubblicazione 2014
AutoriMarzia Bo, Carlo Cerrano, Giuseppe Corriero, Giorgio Bavestrello, Eva Salvati, Roberto Sandulli
RevisoriLeonardo Tunesi
CompilatoriEva Salvati, Marzia Bo, Carlo Rondinini, Alessia Battistoni, Corrado Teofili
RazionaleLa specie sembra avere una ampia distribuzione nei mari italiani, e, sebbene esistano diversi esempi concreti di impatto sulle popolazioni, non vi sono al momento dati che possano quantificare eventuali declini e pertanto è valutata a Minor Preoccupazione (LC).

Areale Geografico

DistribuzioneSpecie segnalata in tutti i mari italiani ad eccezione del Nord Adriatico.

Popolazione

PopolazioneTracce di declino di alcune popolazioni sono evidenti dalle indagini ROV, sebbene nuove popolazioni vengano progressivamente scoperte.
Tendenza della popolazioneUnknown

Habitat ed Ecologia

Habitat ed EcologiaSi insedia su fondale roccioso con scarsa sedimentazione. In ambiente altamente sedimentato le colonie sono più piccole. Specie arborescente di grandi dimensioni (fino a 1.5 m di altezza). Forma tipicamente dense aggregazioni anche di oltre 30000 colonie. Non si hanno dati precisi circa la stretegia riproduttiva di questa specie: si ritiene una specie longeva, con tassi di crescita lenti, capacità riproduttiva legata al periodo tardo-estivo, bassa dispersione larvale e tempi di generazione, supposti sui dati della cogenerica A. fiordensis, di circa 30 anni. Le taglia minima di fertilità è 70 cm in A. fiordensis, il che significherebbe che in una popolazione di A. subpinnata circa il 10% delle colonie è fertile. Le colonie possono ospitare una ricca fauna associata.
AmbienteMarino
Profondità
(metri sotto il livello del mare)
Min: 60 m
Max: 600 m


Minacce

Principali minacceIn alcune aree rocciose l'azione dei tramagli e dei palamiti può impattare sulle colonie, così come l'azione di risospensione del sedimento da parte dello strascico. Dati di impatto per la Grecia ionica riferiscono 30-70 colonie di corallo nero per anno per pescatore con la pesca al pagello in fondali del tutto comparabili a quelli italiani. Sebbene non esistano dati quantitativi, è noto che questa specie è comunemente parte del bycatch della pesca artigianale e ricreativo.

Misure di conservazione

Misure di conservazioneSe si dovessero identificare delle zone in cui le popolazioni sono in buone condizioni, quelle zone andrebbero certamente salvaguardate attraverso l'istituzione di aree marine protette pronfonde nelle quali vigono restrizioni alla pesca. Inclusa nel SIC p

Bibliografia

Aguilar, R., Pastor, X., García, S., & Marín, P. (2013), Importance of seamount-like features for conserving mediterranean marine habitats and threatened species. OCEANA

Bo, M., Bava, S., Canese, S., Angiolillo, M., Cattaneo-Vietti, R., & Bavestrello, G. (2014), Fishing impact on deep Mediterranean rocky habitats as revealed by ROV investigation. Biological Conservation pp. 167-176

Bo, M., Bavestrello, G., Canese, S., Giusti, M., Salvati, E., Angiolillo, M., and Greco, S. (2009), Characteristics of a black coral meadow in the twilight zone of the central Mediterranean Sea. Marine Ecology Progress Series pp. 53-61

Bovero, S., Sotgiu, G., Angelini, C., Doglio, S., Gazzaniga, E., Cunningham, AA., Garner, TWJ. (2008b), Detection of Chytridiomycosis caused by Batrachochytrium dendrobatidis in the endangered Sardinian newt (Euproctus platycephalus)in southern Sardinia, Italy. Journal of Wildlife Diseases n.44: pp. 712-715

Miller K, Williams A, Rowden AA, Knowles C, Dunshea G. (2010), Conflicting estimates of connectivity among deep-sea coral populations. Marine Ecology n.(suppl. 1) pp. 144-157


Cerca nella Lista Rossa:
(genere, specie o nome comune...)