WWW.IUCN.ORG
ministero_ambiente
federparchi

Thymallus thymallus pop. aut.


Non ApplicabileCarente di DatiMinor PreoccupazioneQuasi MinacciataVulnerabileENIn Pericolo CriticoEstinta nella RegioneEstinta in Ambiente SelvaticoEstinta

Tassonomia

RegnoPhylumClasseOrdineFamiglia
ANIMALIACHORDATAOSTEICHTHYESSALMONIFORMESTIMALLIDAE

Nome scientificoThymallus thymallus pop. aut.
Descrittore(Linnaeus, 1758)
Nome comuneTEMOLO
Note tassonomicheL'assenza di criteri morfologici diagnostici (definiti e validati scientificamente) dovrebbe essere tenuta in considerazione nella definizione dell'areale residuo del Temolo in Italia. Per un quadro riassuntivo dello stato di autoctonia delle popolazioni italiane si rimanda a Meraner e Gandolfi (2012) (N.B.: solo marcatore mitocondriale d-loop investigato quindi non è ad oggi disponibile un'indagine approfondita sul livello di introgressione individuale).

Informazioni sulla valutazione

Categoria e criteri
della Lista Rossa
In Pericolo (EN) A2e
Anno di pubblicazione 2013
AutoriFrancesco Nonnis Marzano
RevisoriUZI
CompilatoriCarlo Rondinini, Alessia Battistoni, Valentina Peronace, Corrado Teofili
RazionaleLa popolazione autoctona del temolo è presente in bassa frequenza ed è minacciata da fenomeni di ibridazione con esemplari di origine atlantica e danubiana. Si sospetta un declino della popolazione maggiore del 50% negli ultimi anni. Per questi motivi la popolazione è valutata In Pericolo (EN).

Areale Geografico

DistribuzioneLa popolazione autoctona è distribuita nelle regioni settentrionali, dal Piemonte al Friuli-Venezia Giulia, a nord dell'asta principale del Po; sono state identificate anche nel Trentino Alto Adige.

Popolazione

PopolazioneNel Ticino la specie risulta essere estremamente rarefatta. Presenti esemplari del ceppo autoctono nel Po (piemontese) con basse densità (Del Mastro 2007). Si sospetta un declino della popolazione del 50% negli ultimi anni.

Dati Padova: rilevata in 9 stazioni (1995) e nel 2009 solo in 2 stazioni lungo l'asta del Brenta.
Tendenza della popolazioneIn declino

Habitat ed Ecologia

Habitat ed EcologiaIl temolo vive in acque fresche, ferme o correnti, ben ossigenate, con substrato misto a pietra, sabbia e ghiaia. Nei fiumi si trattiene nel tratto medio superiore, nella fascia pedemontana in corrispondenza dei terrazzi fluviali d'alta pianura. La specie è presente anche in acque di risorgiva e, nella zona settentrionale della sua area di diffusione, vive nei corsi d'acqua di maggiore portata, con fondale a sabbia e ghiaia, abbondantemente vegetato.
AmbienteAcqua dolce

Minacce

Principali minacceFenomeni di ibridazione con temoli atlantici e danubiani. Alterazione dell'habitat dovuta a canalizzazioni e costruzione di sbarramenti.

Misure di conservazione

Misure di conservazioneInclusa nel piano d'azione generale per la conservazione dei Pesci d'acqua dolce italiani (Zerunian 2003). Thymallus thymallus è incluso nel'appendice V della Direttiva 92/43/CEE ed è inoltre elencato fra le specie protette nella Convenzione di Berna (all. III).

Bibliografia

Freyhof, J. (2011), Tymallus thymallus In: IUCN 2012. IUCN Red List of Threatened Species. Version 2012.1.

Meraner, A, Gandolfi, A., (2012), Phylogeography of European grayling, Thymallus thymallus(Actinopterygii, Salmonidae), within the Northern Adriatic basin: evidence for native and exotic mitochondrial DNA lineages. Hydrobiologia n.693(1) pp. 205-221


Cerca nella Lista Rossa:
(genere, specie o nome comune...)