WWW.IUCN.ORG
ministero_ambiente
federparchi

Delphinus delphis


Non ApplicabileCarente di DatiMinor PreoccupazioneQuasi MinacciataVulnerabileENIn Pericolo CriticoEstinta nella RegioneEstinta in Ambiente SelvaticoEstinta

Tassonomia

RegnoPhylumClasseOrdineFamiglia
ANIMALIACHORDATAMAMMALIACETARTIODACTYLADELPHINIDAE

Nome scientificoDelphinus delphis
DescrittoreLinnaeus, 1758
Nome comuneDelfino comune

Informazioni sulla valutazione

Categoria e criteri
della Lista Rossa
In Pericolo (EN) C2a(i)
Anno di pubblicazione 2013
AutoriCaterina Fortuna, Stefania Gaspari, Giancarlo Lauriano
RevisoriUZI, Atit
CompilatoriCarlo Rondinini, Alessia Battistoni, Valentina Peronace, Corrado Teofili
RazionaleLa valutazione della specie in acque italiane è Minacciata (EN) per una diminuzione continua del numero di individui maturi e per l'assenza di più di 250 individui maturi per le due sottopopolazioni (Isola di Ischia e Lampedusa).

Areale Geografico

Distribuzione La specie ormai risulta essere occasionale nelle acque italiane, eccetto in due aree: la zona di Lampedusa e l'Isola di Ischia (incluso il canyon di Cuma) dove si registrano due popolazioni residenti.

Popolazione

PopolazionePresenti due sottopopolazioni abbastanza stabili: un gruppo molto piccolo di circa 50 individui all'Isola di Ischia e un gruppo più numeroso (<250 individui) nella zona di Lampedusa.
Tendenza della popolazioneIn declino

Habitat ed Ecologia

Habitat ed EcologiaIl Delfino comune predilige le acque temperato-calde, anche se in estate può spingersi nelle zone subpolari. Esistono popolazioni che vivono soprattutto in acque pelagiche ed altre che sono invece più costiere. Si trova in gruppi misti con altre specie, specialmente con le stenelle (Bearzi et al. 2003).
AmbienteMarino

Minacce

Principali minacceIn passato venivano effettuate catture dirette nel Mar Adriatico, in campagne di sterminio finanziate dalla Pesca. L'inquinamento da agenti chimici e il sovrasfruttamento delle risorse possono aver influito molto sulla rarefazione di questa specie in acque italiane (Bearzi et al. 2003).

Misure di conservazione

Misure di conservazioneOltre alla generica protezione, per questa specie è prioritario lo studio delle due sottopopolazioni ancora presenti in acque italiane. Elencata in appendice IV della direttiva Habitat (92/43/CEE), nella Convenzione di Barcellona e in Allegato II della Convenzione di Bonn. Legalmente protetta a livello nazionale dagli anni '80 e internazionale e inclusa in numerose aree protette (Reeves & Notarbartolo di Sciara 2006).

Bibliografia

Bearzi, G., Reeves, R.R., Notarbartolo di Sciara, G., Politi, E., Cañadas, A., Frantzis, A. and Mussi, B. (2003), Ecology, status and conservation of Short-beaked Common Dolphins (Delphinus delphis) in the Mediterranean Sea. Mammal Review n.33(34): pp. 224-252

Reeves, R. & Notarbartolo di Sciara, G. (2006), The status and distribution of cetaceans in the Black Sea and Mediterranean Sea IUCN Centre for Mediterranean Cooperation, Malaga


Cerca nella Lista Rossa:
(genere, specie o nome comune...)