WWW.IUCN.ORG
ministero_ambiente
federparchi

Calonectris diomedea


Non ApplicabileCarente di DatiLCQuasi MinacciataVulnerabileIn PericoloIn Pericolo CriticoEstinta nella RegioneEstinta in Ambiente SelvaticoEstinta

Tassonomia

RegnoPhylumClasseOrdineFamiglia
ANIMALIACHORDATAAVESPROCELLARIIFORMESPROCELLARIIDAE

Nome scientificoCalonectris diomedea
Descrittore(Scopoli, 1769)
Nome comuneBerta maggiore

Informazioni sulla valutazione

Categoria e criteri
della Lista Rossa
Minor Preoccupazione (LC)
Anno di pubblicazione 2012
AutoriValentina Peronace, Jacopo G. Cecere, Marco Gustin, Carlo Rondinini
RevisoriAlessandro Andreotti, Nicola Baccetti, Pierandrea Brichetti, Lorenzo Fornasari, Bruno Massa, Sergio Nissardi, Lorenzo Serra, Fernando Spina, Guido Tellini Florenzano
CompilatoriCarlo Rondinini, Alessia Battistoni, Valentina Peronace, Corrado Teofili
RazionaleSebbene l'areale di nidificazione (AOO, Criterio B2) della popolazione italiana risulta essere ristretto (641 km², Boitani et al. 2002), il numero di individui maturi è stimato in 26688-43746 e la popolazione è stabile (Brichetti & Fracasso 2003, BirdLife International 2004, Baccetti et al. 2009) ed è presente in più di 10 località. La specie non rientra pertanto in nessuna categoria di minaccia e viene quindi classificata a Minore Preoccupazione (LC). Ciononostante le minacce in atto sono molte: i) sovrasfruttamento del Mediterraneo con conseguente possibile diminuzione delle prede disponibili, ii) presenza di specie predatrici alloctone come Rattus rattus e gatti in molte colonie, iii) utilizzo di pratiche per la pesca che comportano l'uccisione diretta di individui adulti e iv) prelievo illegale delle uova da parte dell'uomo presso la colonia maggiore in Italia (Linosa) che in alcuni anni ha inciso fortemente sul successo riproduttivo della colonia stessa (Rannisi et al. 2008; Baccetti et al. 2009). L'azione di queste minacce potrebbe incidere sensibilmente sulla popolazione di Berta maggiore in futuro.

Areale Geografico

DistribuzionePresenza in Italia: Nord, Sud, Sicilia, Sardegna.

Popolazione

PopolazionePopolazione italiana stimata in 13.344-21.873 coppie (Baccetti et al. 2008) ed è considerata stabile (BirdLife International 2004, Brichetti & Fracasso 2003). Nella sola isola di Linosa presenti circa 10.000 coppie nel 2008 (J. Cecere com. pers.).
Tendenza della popolazioneStabile

Habitat ed Ecologia

Habitat ed EcologiaSpecie tipicamente pelagica, nidifica in colonie sulle coste alte e rocciose delle isole più lontane dalla terraferma.
AmbienteTerrestre

Minacce

Principali minaccePrelievo illegale di uova. Predazione da parte di Rattus rattus.

Misure di conservazione

Misure di conservazioneElencata in Allegato I della Direttiva Uccelli (79/409/CEE).

Bibliografia

Baccetti N., Capizzi D., Corbi F., Massa B., Nissardi S., Spano G. & Sposimo P (2009), Breeding sherwaters on Italian islands: size, island selecion and coexistence with their main alien predator, the black rat Riv. Ital.Orn., 78: 73-82

BirdLife International (2004), Birds in Europe: population estimates, trends and conservation status.

Boitani, L., Corsi, F., Falcucci, A., Maiorano, L., Marzetti, I., Masi, M., Montemaggiori, A., Ottaviani, D., Reggiani, G., & Rondinini, C. (2002), Rete Ecologica Nazionale. Un approccio alla conservazione dei vertebrati italiani Università di Roma "La Sapienza", Dipartimento di Biologia Animale e dell'Uomo; Ministero dell'Ambiente, Direzione per la Conservazione della Natura. Istituto di Ecologia Applicata, Roma

Brichetti, P. and Fracasso, G. (2003), Ornitologia italiana - Gavidae-Falconidae Alberto Perdisa Editore, Bologna

Rannisi G., Murabito L. & Gustin M. (2008), Impact of predation by Black Rat Rattus rattus on the breeding success of Cory's Shaerwater Calonectris diomedea on Linosa island (Sicily, Italy) Ornis svecica 18: 1-9


Cerca nella Lista Rossa:
(genere, specie o nome comune...)