WWW.IUCN.ORG
ministero_ambiente
federparchi

Bufo balearicus


Non ApplicabileCarente di DatiLCQuasi MinacciataVulnerabileIn PericoloIn Pericolo CriticoEstinta nella RegioneEstinta in Ambiente SelvaticoEstinta

Tassonomia

RegnoPhylumClasseOrdineFamiglia
ANIMALIACHORDATAAMPHIBIAANURABUFONIDAE

Nome scientificoBufo balearicus
DescrittoreStöck et al., 2008
SinonimoPseudepidalea balearica (Boettger, 1880)
Nome comuneROSPO SMERALDINO ITALIANO
Note tassonomicheUn tempo era classificato come Bufo viridis; in epoca recente è stato riconosciuto come entità distinta (Stöck et al. 2008). Nella Fauna d'Italia viene descritta come Bufo lineatus (Lanza et al. 2007).

Informazioni sulla valutazione

Categoria e criteri
della Lista Rossa
Minor Preoccupazione (LC)
Anno di pubblicazione 2013
AutoriFranco Andreone, Claudia Corti, Francesco Ficetola, Edoardo Razzetti, Antonio Romano, Roberto Sindaco
RevisoriUZI, SHI
CompilatoriCarlo Rondinini, Alessia Battistoni, Valentina Peronace, Corrado Teofili
RazionaleViene valutata a Minor Preoccupazione (LC) in quanto è ampiamente distribuita e in alcune zone del suo areale è in espansione (Piemonte), inoltre non è soggetta a particolari minacce per farla rientrare in una categoria di rischio.

Areale Geografico

Distribuzione E' presente sulle isole Baleari, in Corsica, in quasi tutta Italia, compresa la Sardegna, ed in una limitata area della Sicilia Nord-orientale (Colliard et al. 2010). Largamente diffusa in tutte le aree di pianura e collina, risulta meno frequente nelle zone montane.

Popolazione

PopolazioneAbbastanza comune nelle aree planiziali continentali e in espansione in alcune regioni (Piemonte), anche a seguito di trasporto passivo, mentre nelle altre zone peninsulari italiane è localizzata e poco comune. Alcune popolazioni in ambienti antropizzati presentano una consistenza di popolazione non superiore ai 30 individui (E. Balletto et al. in Lanza et al. 2007).
Tendenza della popolazioneIn aumento

Habitat ed Ecologia

Habitat ed Ecologia Specie termofila prevelentemente planiziale e collinare ma distribuita fino a 1330 (Romano et al. 2003) slm. Possiede notevoli capacità di adattamento termico, è specie legata a formazioni steppiche o para-steppiche termofile e predilige regioni costiere e zone sabbiose. Durante la stagione riproduttiva, utilizza anche zone a elevato grado di salinità, di confluenza al mare di piccoli corsi d'acqua. Le uova sono deposte in punti poco profondi di pozze (al massimo 60cm) o sulle rive di ruscelli e fiumare a lento scorrimento, siti artificiali generalmente in aree aperte.
AmbienteTerrestre, Acqua dolce
Altitudine
(metri sopra il livello del mare)
Max: 1330 m


Minacce

Principali minacceMinacciata dagli effetti dell'abbassamento della falda freatica che non consente il permanere dei corpi acquatici temporanei (per un periodo sufficiente a consentire lo sviluppo (E. Balletto et al. In Lanza et al. 2007). Abbandono delle pratiche agricole, uso di insetticidi ed erbicidi. Nonostante per molti siti si sia rilevato un'alta mortalità per investimenti o eccessivo calpestio delle larve e uova dovuto a mezzi motorizzati.

Misure di conservazione

Misure di conservazioneElencata in appendice II della Convenzione di Berna e appendice IV della direttiva Habitat (92/43/CEE).

Bibliografia

Colliard, C., Sicilia, A., Turrisi, G.F., Arculeo, M., Perrin, N., Stöck, M., (2010), Strong reproductive barriers in a narrow hybrid zone of West-Mediterranean green toads (Bufo viridis subgroup) with Plio-Pleistocene divergence. Evolutionary Biology n.10(232) pp. 1-16

Lanza, B., Andreone, F., Bologna, M.A., Corti, C., Razzetti, E. (2007), Fauna d'Italia, Amphibia Calderini, Bologna

Romano, A., De Cicco, M., Utzeri, C. (2003), Bufo viridis Laurenti, 1768 in Monti Simbruini Regional Park: altitude record for peninsular Italy. Herpetozoa n.16(1/2): pp. 91-93

Sindaco, R., Doria, G., Razzetti, E. & Bernini, F. (2006), Atlante degli anfibi e rettili d'Italia Societas Herpetologica Italica, Edizioni Polistampa, Firenze

Sindaco, R., Romano, A., Martínez-Solano, I. (2009), Pseudepidalea balearica In: IUCN 2012. IUCN Red List of Threatened Species. Version 2012.2. . n.24/10/2012

Stöck, M., Sicilia, A., Belfiore, N., Buckley, D., Lo Brutto, S., Lo Valvo, M., and Arculeo, M. (2008), Post-Messinian evolutionary relationships across the Sicilian channel: Mitochondrial and nuclear markers link a new green toad from Sicily to African relatives. BMC Evolutionary Biology n.8 pp. 56-74


Cerca nella Lista Rossa:
(genere, specie o nome comune...)