WWW.IUCN.ORG
ministero_ambiente
federparchi

Apodemus flavicollis


Non ApplicabileCarente di DatiLCQuasi MinacciataVulnerabileIn PericoloIn Pericolo CriticoEstinta nella RegioneEstinta in Ambiente SelvaticoEstinta

Tassonomia

RegnoPhylumClasseOrdineFamiglia
ANIMALIACHORDATAMAMMALIARODENTIAMURIDAE

Nome scientificoApodemus flavicollis
Descrittore(Melchior, 1834)
Nome comuneTopo selvatico a collo giallo

Informazioni sulla valutazione

Categoria e criteri
della Lista Rossa
Minor Preoccupazione (LC)
Anno di pubblicazione 2013
AutoriDario Capizzi
RevisoriUZI, Atit
CompilatoriCarlo Rondinini, Alessia Battistoni, Valentina Peronace, Corrado Teofili
RazionaleLa specie è comune ed ampiamente diffusa, non soggetta a minacce, pertanto viene valutata specie a Minor Preoccupazione (LC).

Areale Geografico

DistribuzioneIn Italia è presente in tutta la penisola, risultando molto raro o assente nella Pianura Padana e nelle aree costiere maggiormente urbanizzate. Inoltre è assente da tutte le isole (D. Capizzi & M. Santini in Spagnesi & Toso 1999). Distribuzione mappata in Ckmap (Ruffo & Stock 2005).

Popolazione

PopolazioneSpecie comune, abbondante negli ambienti adatti. Le densità sono influenzate dalle disponibilità alimentari, soprattutto dall'entità della produzione autunnale di semi delle specie arboree forestali. I dati ottenuti nel corso di uno studio pluriennale effettuato sul massiccio della Maiella indicano che in zone montane i valori massimi sono raggiunti nel mese di agosto, più raramente in settembre, con densità comprese tra 2,1 e 18,7 ind/ha (Amori et al. 2006, D. Capizzi e M. G. Filippucci in Amori et al. 2008).
Tendenza della popolazioneStabile

Habitat ed Ecologia

Habitat ed Ecologia La distribuzione del Topo selvatico a collo giallo appare comunque strettamente legata agli ecosistemi forestali. È infatti presente in tutti i boschi di una certa estensione, sia di conifere che in quelli di latifoglie, ove frequenta soprattutto le zone in cui il soprassuolo è più adulto. Per quanto la sua presenza sia segnalata dal livello del mare fino al limite della vegetazione forestale, la specie è nettamente più frequente nelle aree collinari e montane che in quelle planiziali e mediterranee (D. Capizzi & M. Santini in Spagnesi & Toso 1999, D. Capizzi e M. G. Filippucci in Amori et al. 2008).
AmbienteTerrestre

Minacce

Principali minacceNonostante si tratti di una specie legata ad ecosistemi ben conservati, il Topo selvatico a collo giallo è ampiamente diffuso nei boschi di tutta la penisola e non presenta particolari problemi di conservazione (D. Capizzi & M. Santini in Spagnesi & Toso 1999).

Misure di conservazione

Misure di conservazionePresente in aree protette. Valutata Least Concern dallo European Mammal Assessment (IUCN 2007).

Bibliografia

Amori, G., Castigliani, V., Cristaldi M., Locasciulli O. (2006), A long-term study on population dynamics of Myodes glareolus and Apodemus flavicollis in central Italy. 10th Rodens & Spatium. The International Conference on Rodent Biology.Hystrix Italian Journal of Mammology (n.s.), suppl: 19, Parma, 24-28 giugno 2006

Amori, G., Contoli, L., Nappi, A. (2008), Fauna d'Italia, Mammalia II: Erinaceomorpha, Soricomorpha, Lagomorpha, Rodentia Calderini, Bologna

Ruffo, S. & Stock, F. (2005), Checklist e distribuzione della fauna italiana Memorie dei Museo Civico di Storia Naturale di Verona - 2. Serie Sezione Scienze della Vita


Cerca nella Lista Rossa:
(genere, specie o nome comune...)